Cinema

[Cinema][bsummary]

Televisione

[Televisione][bsummary]

Oscar 2012: le nominations


Credit: Prayitno / Flickr,
E’ una sfida affascinante quella che andrà in scena il prossimo 26 febbraio durante la notte degli Oscar. La super tecnologia moderna del 3D di Hugo Cabret contro il ritorno alle origini della storia del cinema del muto e in bianco e nero The Artist. Undici a dieci. Questo il verdetto più intrigante delle nomination agli Academy Awards 2012 che per il resto, hanno riservato ben poche sorprese rispetto ai Golden Globes. Quest’anno le scelte discutibili dell’Academy sono state davvero poche, forse perché veniamo da una stagione cinematografica che ha prodotto pellicole di notevole qualità tutte, bene o male, premiate con una candidatura.

Anche se fa specie che nella categoria miglior film non si sia riuscito a trovare 10 titoli meritevoli. Saranno solo nove film, infatti, a contendersi la statuetta più ambita di migliore pellicola dell’anno. Tra questi, oltre ai già citati film di Scorsese e Hazanavicius, ci saranno The Tree of Life, The Discendants, War Horse, Moneyball, The Help, Midnight in Paris e Extremely Loud, Incredibly Close. Miglior film e Miglior regista tradizionalmente vanno di pari passo, e così per la migliore direzione si scontreranno il superfavorito Michel Hazanavicius (The Artist), Martin Scorsese (Hugo Cabret), Alexander Payne (The Discendants), Woody Allen (Midnight in Paris) e Terrence Malick (The Tree of life).

Le uniche e più clamorose sorprese si registrano nelle cinquine dei migliori interpreti maschili. Urlano quasi allo scandalo le esclusioni di Michael Fassbender e Ryan Gosling, attori rivelazione del 2011, rispettivamente con Shame e Le Idi di Marzo. Ma sorprende ancora di più l’ennesima non nomination per Leonado Di Caprio, spesso snobbato dall’Academy nonostante le ottime prestazioni, come l’ultima in J. Edgar di Clint Eastwood che avrebbe sicuramente meritato un riconoscimento. A giocarsi la statuetta saranno quindi, George Clooney, Brad Pitt, Gary Oldman e il favorito numero uno: il francese Jean Dujardin di The Artist. Fra le donne, Meryl Streep proverà a dimostrare che il diciassette (il numero delle sue candidature all’Oscar) non porta sfortuna, ma dovrà vedersela con la grande performance di Glenn Close (che si finge uomo in Albert Nobbs), e a Viola Davis protagonista di The Help, film molto apprezzato dalla critica. Della cinquina come miglior interprete femminile fanno parte anche due giovani leve: Rooney Mara e Michelle Williams. Inspiegabilmente tra le attrici non protagoniste candidate all’Oscar troviamo Berenice Bejo (avrebbe meritato la cinquina delle protagoniste), Octavia Spencer e Jessica Chaistain, entrambe candidate per The Help, Janet McTeer e Melissa McCarthy, la cui simpatia contagiosa è stato anche uno dei motivi del successo di Bridesmaid, candidato anche nella categoria migliore sceneggiatura originale. Sul versante maschile, la statuetta per il best supporting actor vedrà in corsa il veterano Christopher Plummer, Max Von Sydow, Nick Nolte e Kennet Branagh.

Nonostante l’esclusione di Terraferma dalla corsa a miglior film straniero, ci sarà anche un po’ di Italia quest’anno agli Oscar. Tra i candidati troviamo infatti, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, production designer e set decorator di Hugo Cabret, ed Enrico Casarosa per il cortometraggio di animazione targato Pixar, La Luna.

Posta Un Commento
  • Blogger Commenta usando Blogger
  • Facebook Commenta usando Facebook
  • Disqus Commenta usando Disqus

Nessun commento :


eventi

[Eventi][bsummary]

personaggi

[Personaggi][threecolumns]

interviste

[Recensioni][bsummary]

recensioni

[Recensioni][twocolumns]